Livin’ la vida l’OCA, ovvero perchè andiamo all’ex-ansaldo

13/06/2012 at 13:09

ex-ansaldo

Da più di un anno con Wefab stiamo lavorando per diffondere una teoria e soprattutto una pratica che vede nella condivisione delle idee, nei codici aperti, nelle filiere locali e nelle tecnologie abilitanti un paradigma per trasformare non solo il modo in cui lavoriamo, ma anche come produciamo valore e lo investiamo nei luoghi e nelle comunità che abitiamo ogni giorno.

Nei mesi passati abbiamo tentato di dare corpo alla nostra idea intessendo relazioni, coinvolgendo tanti interlocutori e attivando spazi che hanno ospitato temporaneamente eventi e iniziative in cui condividere nei fatti i nostri temi e il nostro approccio.

Nei prossimi giorni partecipiamo ad OCA perchè speriamo possa essere un’occasione di confronto e discussione delle nostre idee e dei percorsi che vorremmo intraprendere per cambiare il modo di fare le cose a Milano.

Perchè non si tratta solo di spazi da farsi assegnare ma di policy di tali spazi, perchè si tratta di decidere nuove regole a partire da nuove esigenze sociali, nonchè di trasparenza e partecipazione fattiva.

Saremo a OCA, anche se il tempo per prepararsi è stato davvero poco, perché crediamo sia importante dare il nostro contributo in questa fase costituente e raccogliere l’invito delle istituzioni nato anche grazie all’esperienza di Macao.

Speriamo che questi tavoli rappresentino soltanto l’inizio di un impegno concreto per progettare insieme gli spazi davvero “pubblici” e i beni davvero comuni.

Abbiamo riassunto il nostro progetto maturato attraverso le esperienze degli anni passati. Lo condivideremo domani in un documento pubblico e vorremmo discuterlo innanzitutto nei prossimi giorni durante i workshop dell’OCA, ma anche oltre con chiunque sia interessato.

UPDATE 14 giugno –  Ecco pubblicato il documento di cui parlavamo ieri: Fabbricazione locale per la città del futuro | Una proposta per Milano

Il nostro intervento a BAM in 12 tweet

24/05/2012 at 11:35

Se fossimo stati tra il pubblico, avremmo twittato così durante il nostro intervento di venerdì scorso a BAM – Bioarquitectura Mediterránea .

   

Il fabbing: che cos’è è perché dobbiamo prenderlo sul serio

Makers e artigianato: avviso ai naviganti

03/05/2012 at 11:57

Da quando la parola “makers” è uscita dagli scantinati e approdata in grande stile nei circuiti mainstream (grazie sopratutto a World Wide Rome e a Riccardo Luna), l’attenzione sul fenomeno che ci appassiona si è moltiplicata.

In molti dei commenti che mi è capitato di leggere, più o meno autorevoli e articolati, la curiosità su cosa ci sia di davvero innovativo nel fenomeno si è però ben presto adagiata in una sintesi scellerata: “i makers non sono altro che i nostri artigiani del made in Italy!”. E allora perché si parla di terza rivoluzione industriale? Forse dovremmo parlare di rivoluzione artigiana! O magari rivalsa, ecco. Rivalsa artigiana.

Ricordo che a lezione di storia dell’arte, alla scuola media, mi avevano raccontato di un movimento ostile alla prima industrializzazione, nel tardo Ottocento. Il design deve molto a questo “movimento arts and crafts“, che esaltava i meriti dell’artigianato snobbando i prodotti industriali, imprecisi e di bassa qualità. I makers italiani sembrano aver attirato finora l’attenzione soltanto dei novelli seguaci dell’arts and crafts. Dopo l’ubriacatura caotica del Salone del Mobile, è il momento però di fare qualche distinguo.

Il Duomo di Milano: yes, they made it

28/04/2012 at 11:39

Sono arrivate le prime copie del Duomo a partire dal nostro file con cui abbiamo partecipato alla gara HumanVsMachine.

Questa la copia di redpeppr:

Qui vedete quella di Lorenzo dei Kent’s Strapper che l’ha realizzata con una delle loro stampanti il giorno stesso della nostra sfida :D

E infine la copia di McGyver:

Hai una stampante 3d? Scarica l’.stl e stampalo anche tu :)

A second message to the MAN from the MACHINE

26/04/2012 at 10:02

We lost the challenge but our seeds are blooming

21/04/2012 at 14:33

Abbiamo perso la sfida ma il seme della condivisione sta fiorendo !

A message to THE MAN from THE MACHINE

15/04/2012 at 18:29

The ‘match’ event is on 19th April, 5 pm till 6.30 pm, in the basement floor, La Rinascente, Milan.

La più vecchia fabbrica di denim al mondo

22/03/2012 at 10:39

Roy Denim

Si trova a Greensboro, in North Carolina:

3d printing, makers e cambiamento sociale

20/03/2012 at 17:41

3dprint, makers and social change

Martedì prossimo siamo all’Isola con la Makerbot:
“Il movimento del DIY cerca di riappropriarsi degli strumenti per produrre beni materiali. Le stampanti 3D fanno intravedere un mondo in cui maker che lavorano secondo i principi dell’open source sono in grado di realizzare oggetti in modo autonomo e decentrato. Un tempo in fabbrica i lavoratori avevano il monopolio sulla conoscenza necessaria a far funzionare le macchine. Questo dava loro un potere enorme. Per rompere questo monopolio venne introdotta l’automazione riducendo il conflitto nel mondo industriale. Che forme di conflitto e di cooperazione nasceranno nella “fabbrica sociale” in cui l’automazione sfugge alle vecchie forme di controllo? ”

Milano, martedì 27 marzo dalle 18.30
Piano Terra, via Confalonieri 3, quartiere Isola
@pianoterralab

Il tutorial per fare i Laser Stencil di Serpica Naro

14/03/2012 at 15:18

Crazy STencil Serpica Naro - Laser Tutorial

Avete partecipato al workshop di Ultimate Stencil Nite del 3 marzo scorso?
Allora ecco a voi le istruzioni scritte e illustrate che ripercorrono i passaggi principali per realizzare i vostri stencil con il laser.

Avete perso l’occasione di seguire il nostro worshop? Non preoccupatevi, ci saranno altre occasioni e intanto provate a seguire l’approcio fai-da-te, scaricando anche voi il tutorial in PDF.

Clicca e fai Download: Crazy Stencil con Serpica a Wefab – Tutorial