Workshop di accessori interattivi al Wired Next Fest

27/05/2013 at 22:34

Wirednextfest

Dal 30 maggio al 1° giugno 2013 presso il polo museale scientifico di via Palestro a Milano ci sarà la prima edizione del Wired Next Fest, con incontri, lectio magistralis, conferenze, reading, dibattiti e anche workshop.

Noi saremo ospiti nell’area a cura di Officine Arduino/ Fablab Torino con un workshop dedicato a chi vuole iniziare a capire qualcosa di accessori interattivi e non ha paura di prendere in mano ago e filo conduttivo, led e feltro tagliato al laser:

Interactive Accessories by Wefab

Mettiamo insieme feltro e ledsensorispille e filo conduttivo per creare un piccolo accessorio che ci introduce le possibilità della tecnologia indossabile. 

Date un’occhiata a tutta l’agenda dei workshop e iscrivetevi da questa pagina. La prenotazione  è obbligatoria e gratuita, fino a esaurimento posti.

Vi aspettiamo venerdì dalle 20 in Corso Venezia, 55 presso i Giardini Idro Montanelli.
InteractiveAccessories

Report – grassroots mapping workshop in Triennale a Milano

15/05/2013 at 18:04

Portello

Read the report in english on PublicLaboratory website

Wefab ha tenuto un workshop di due giorni alla Triennale di Milano per introdurre i partecipanti alla teoria e alla pratica dell’aerofotogrammia fai-da-te.
Il workshop si è tenuto il 14 e 15 maggio: il primo giorno abbiamo raccontato alcuni aneddoti della storia di questa pratica e la sua applicazione in quello che viene definito movimento di Counter Mapping.
Dopo aver costruito il kit ed aver fatto il primo test sul terrazzo della triennale, abbiamo definito insieme una tappa da mappare il giorno successivo: il parco del Portello a Milano.
Il secondo giorno ci siamo incontrati nell’area prestabilita e abbiamo realizzato tre sessioni di lancio. Nel pomeriggio, dopo aver scaricato le foto, abbiamo costruito la mappa e steso la documentazione delle attività che trovate in questa pagina.

Grazie a Connecting Cultures, Digicult e la Triennale di Milano per il supporto!

  • Foto e mappa

Gplus Album primo giorno

Gplus Album secondo giorno

Foto caricate su Mapknitter

  • Dove e Perchè

Dopo il primo giorno di testing sulla terrazza della Triennale abbiamo scelto di effettuare le riprese nel Parco del Portello, a Milano.

Questa scelta è stata fatta per i seguenti motivi:
- il luogo è facilmente accessibile con i mezzi pubblici e privati (per la necessità di trasportare pallone e bombola).
- è un ampio spazio libero, vicino ad alcune zone di importanti trasformazioni urbanistiche nella città di Milano (area Portello, area Citylife).
- anche quest’area è stata oggetto di un recente progetto di riqualificazione urbana, e le fotografie aeree trovate online la rappesentano ancora durante la fase di cantierizzazione.
- sono presenti alcune colline che costituiscono una base di partenza che si trova più in alto rispetto allo spazio circostante.

Le condizioni meteoreologiche non sono state favorevoli, la giornata era nuvolosa e ventosa. Poco dopo aver terminato il terzo volo ha iniziato a piovere ma siamo comunque riusciti a realizzare delle sessioni fotografiche aeree sollevando un totale di 1.2 kg.

kit per mapping

 

  • Lista Software

Android Software (per la cattura delle immagini)

Abbiamo usato un telefono piuttosto vecchio: Htc desire http://en.wikipedia.org/wiki/HTC_Desire

Pro:
leggero
Gps a bordo
Foto Geo taggabili

Cons:
2 Mpixel risoluzione
bassa qualità d’immagine

-Tina Time-lapse
Time-lapse pic application. Lavora nel background e geotagga le foto.
Abbiamo avuto dei problemi con exiff data. Abbiamo scattato foto ogni 4 sec.

-Open GPS Tracker
Applicazione che permette il tracking delle location GPS e può condividere GPX, KMZ.
tina

tracker01

 

Lista Materiali Hardware

- Corda Dacron 100Lb 500m – 31€

- Verricello big – 45€

- Yoyo 25cm – 14€

- 1 Moschettone

- Elastici - 1€

- Bottiglia di plastica per acqua distillata da 5lt – 1.25€
L’abbiamo trovata all’esselunga, sembra la bottiglia più economica e grande in grado di contenere uno smartphone. Le bottiglie di grandezza normale servono invece per creare la coda per stabilizzare la cover (vedi foto).

- Bombola di elio (meno di 40 lt) – 120€ (+ 200€ deposito)
Sufficiente per gonfiare il pallone 3 volte

- Pallone 140cm diametro – 12€
Pallone e bombola li abbiamo acquistati presso NewBallon Store a Trezzano

Alloggiamento telefono

Alloggiamento telefono

Ancoraggio telefono con elastici

palloncino

bombola

Mappiamo il territorio dall’alto – workshop in Triennale

19/04/2013 at 14:22

aerial mapping workshop

Il 14 e il 15 maggio dalle ore 10.30 alle 18.30 saremo alla Triennale di Milano a tenere un workshop per esplorare il mondo delle mappe diy con i materiali messi a disposizione dalla community di Grassroots Mapping.

Solleviamo lo sguardo oltre i grattacieli e scopriamo cosa c’è oltre il muro. Realizziamo insieme il kit per scattare foto aeree utilizzando un pallone gonfiabile per poi ricostruire il territorio con un approccio di mappatura DIY dai codici aperti.

A cura di Marco Mancuso / Digicult

Condotto da Costantino Bongiorno e Zoe Romano – WEFAB

Info e Prenotazioni su: http://www.connectingcultures.info

Il workshop si tiene all’interno della mostra-evento  Milano&Oltre  a cura di Connecting Cultures e attiva dal 2 al 30 maggio 2013.

Milanoeoltre

Workshop: Progetta e stampa in tuo anello in 3D

17/03/2013 at 15:45
selfdiamond 3d
Vuoi imparare a prototipare con la stampante 3d open-source? Iscriviti al workshop di domenica 24 marzo! Continua>>

Workshop per tutti i gusti a Milano

25/02/2013 at 22:51

Arduino workshop - Foto di Alessandro Contini

Dopo l’entusiasmo respirato al debutto di PopupMakers abbiamo concluso la programmazione di un calendario di workshop che si è inaugurato sabato scorso con la due giorni su Arduino.

Oltre all’evento serale mensile del mercoledì avremo infatti una serie di attività di formazione intorno al mondo dei Makers. Questa serie di eventi l’abbiamo raccolta sotto il nome di WeMake, che rappresenta il nostro focus sul fare e soprattutto il nostro impegno a metterci in rete con altre realtà con l’obiettivo di  aprire al più presto uno spazio a Milano che possa ospitare attività del genere tutti i giorni dell’anno.

Per ora non vi resta che dare un’occhiata ai primi  2 workshop che abbiamo messo in caldo nei prossimi giorni e magari iscrivervi per partecipare!

 

Arduino workshop - Foto di Ale Masserdotti

Il nostro intervento a BAM in 12 tweet

24/05/2012 at 11:35

Se fossimo stati tra il pubblico, avremmo twittato così durante il nostro intervento di venerdì scorso a BAM – Bioarquitectura Mediterránea .

   

Il fabbing: che cos’è è perché dobbiamo prenderlo sul serio

Digital fabrication e wearable technology alla Supsi

22/05/2012 at 10:43

supsi

Dal 9 al 13 Luglio e dal 23 al 27 luglio 2012 Costantino Bongiorno e Zoe Romano di Wefab terranno due workshop insieme a Enrico Bassi e Massimo Banzi del team di Officine Arduino, rispettivamente di fabbricazione digitale e tecnologia indossabile. L’obiettivo è far apprendere ai partecipanti le tecniche e i processi sia per creare digitalmente oggetti che possono essere fisicamente e immediatamente prodotti, sia per indossare tecnologia interattiva attraverso moda open-source.

I due corsi sono organizzati dalla SUPSI (University of applied science and arts of Souther Swizerland). Trovate tutte le informazioni di entrambe i corsi e le modalità di iscrizione in questa pagina.

Appuntamento a Barcellona per BaM

13/05/2012 at 20:08

Venerdì 18 maggio alle 9.30 interverremo alla conferenza  BAM – Bioarquitectura Mediterránea per parlare di fabbing come innovazione sociale e organizzativa. Se siete a Barcellona venite a conoscerci! Per tutti gli altri, tenete d’occhio il nostro twitter.

BAM – Bioarquitectura Mediterránea è un progetto nato a Barcellona, che promuove le buone pratiche in architettura e uno sviluppo sano e positivo delle persone e della conoscenza del patrimonio naturale e antropico.

Workshop alla Pysical Computing Jam Session

14/11/2011 at 00:13

La Jam Session all’interno dell’Innovation Festival 2011 si è conclusa ieri sera con un aperitivo nell’area cafè dello StreetStudio che ci ha ospitato per due giorni.

Noi abbiamo tenuto due workshop per introdurre alcuni strumenti di digital fabrication ad aspiranti maker e new-wave designer. Abbiamo anche parlato di come queste tecnologie e l’open design stiano cambiando il modo di lavorare aprendo le porte a nuove possibilità collaborative e produttive.

Due workshop di digital fabrication

24/10/2011 at 00:13

Mentre stiamo preparando la seconda edizione di WeFab, abbiamo accettato l’invito dei ragazzi del Laboratorio PhyCo di partecipare con due workshop teorici e pratici alla loro Jam Session di Physical Computing. Il nostro scopo è, come sempre, di avvicinare creativi e designer all’Open Design e alla Digital Fabrication.

Il primo laboratorio è dedicato al taglio laser nel campo degli accessori moda, il secondo è un seminario introduttivo alla progettazione e stampa 3D con strumenti open-source. I workshop consentiranno ai partecipanti di utilizzare direttamente una stampante 3D MakerBot e una macchina da taglio laser professionale. Se siete interessati iscrivetevi qui o in fondo alla pagina. I posti, come sempre, sono limitati!


Permalink